top of page

Visitare le Isole Tremiti in 2 Giorni

Cinque isolotti color smeraldo, fluttuanti nel cuore blu del Mar Adriatico: le Isole Tremiti si trovano a 12 miglia dalla costa del Gargano (Puglia) e a 24 miglia dalla costa molisana. Pur essendo una delle destinazioni meno conosciute d’Italia, queste isole sono un vero gioiello.

 


Isole Tremiti

Ideali per chi ama la natura, la tranquillità e la buona cucina, le Isole Tremiti—San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e Pianosa—sono un paradiso naturale. Accessibili in traghetto per una gita di un giorno dalla costa pugliese, riteniamo che queste isole meritino una visita più lunga di almeno 3-4 giorni.

 

Caratterizzate da scogliere rocciose, grotte marine e calette, le Isole Tremiti sono spesso descritte come “tre montagne che emergono dal mare”.

 

Gli abitanti descrivono spesso le Isole Tremiti con tre parole: turchese, relax e mistero. Turchese si riferisce all’acqua stupenda in cui si può nuotare durante un tour in barca intorno all’arcipelago. Il relax si trova nell’atmosfera serena dell'isola e nei tranquilli boschi di San Domino. Il mistero si percepisce passeggiando per l'Abbazia di Santa Maria a Mare sull'isola di San Nicola.

 

Isole Tremiti Domino

San Domino, la più grande e verde isola con il maggior numero di hotel e ristoranti, si estende per 3 km in lunghezza e 1,7 km in larghezza, raggiungendo i 116 metri sul livello del mare a Colle dell’Eremita. È rinomata per le sue grotte, calette e piscine naturali, in particolare la spettacolare Grotta del Bue Marino, che è profonda circa 70 metri ed è circondata da alte scogliere frequentate da falchi pellegrini, falchi della regina e berte maggiori.

 

L'unica spiaggia sabbiosa di San Domino, Cala delle Arene, ha una forma a mezzaluna, sabbia bianca e fine, e acque limpide e poco profonde, ideali per nuotare.

 

Un’attività imperdibile è la circumnavigazione delle isole! Tour giornalieri partono dai porti turistici di San Domino e San Nicola, offrendo una navigazione panoramica intorno a Caprara, San Nicola, San Domino e Cretaccio, con due soste per immersioni. Il tour dura circa un'ora e mezza, con biglietti a circa €15 per adulto.

 

In alternativa, puoi noleggiare un gommone motorizzato dal porto di San Domino per esplorare le coste di San Domino e Caprara, con un costo che varia tra €60 e €120 al giorno a seconda delle dimensioni e della potenza del motore.

 

Molte calette sono più accessibili via mare, e un gommone è un ottimo modo per visitare le grotte e le caverne marine dell’isola, come la Grotta delle Viole, nota per la tonalità viola dell'acqua riflessa dall'ingresso stretto.

 

Per viste mozzafiato, fai una passeggiata nei boschi di pini fino a Colle dell’Eremita per una vista panoramica dell’arcipelago.


Isole Tremiti Faro

Il faro di San Domino, situato all'estremità sud-occidentale dell'isola su Punta del Diavolo, offre un altro punto panoramico fantastico. Si raggiunge attraverso un pittoresco sentiero immerso in una fitta foresta di pini, offrendo viste mozzafiato lungo il percorso.

 

San Domino è facilmente esplorabile a piedi o in bicicletta. Sentieri attraversano l’isola all’ombra di imponenti foreste di pini, e le biciclette possono essere noleggiate da Jimmy Bike nella piazza principale di San Domino per circa €15 al giorno.

 

Storicamente, le Isole Tremiti erano conosciute come Insulae Diomedae, in onore dell'eroe greco Diomede. Un uccello chiamato diomedee, più piccolo di un gabbiano, si crede siano i compagni trasformati di Diomede, che piangono eternamente la sua morte.

 

Informazioni utili: Le automobili sono inutili poiché i veicoli a motore non sono ammessi sulle isole. Esplorerai principalmente in barca e, se rimani per la notte, sono disponibili taxi locali. Qui regna il silenzio. Lascia la tua auto nel parcheggio del porto, acquista i biglietti del traghetto e prepara uno zaino per un viaggio indimenticabile alle Isole Tremiti.

 

Come arrivare: https://www.tremititour.com/ è il modo più semplice e personalizzato!

70 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page