top of page

Chiesa di Santa Maria a Mare, isola di San Nicola, Tremiti

Forse il fascino di questa chiesa sta nel riflesso bianco della pietra perlinata di origine sveva che la costituisce.


San Nicola, Tremiti

Sta di fatto che anche questa struttura si deve ai frati Canonici Lateranensi che nel 1473 ne commissionarono la facciata allo scultore Nicolò di Giovanni Cocari e all’architetto Andrea Alessi, provenienti rispettivamente da Firenze e Durazzo.


Il risultato finale è stato un edificio dalle linee semplici ed eleganti.


Il portale è impreziosito da un altorilievo rappresentate la Vergine Assunta, circondata da angeli e apostoli al suo cospetto.


Alle estremità del portale ci sono delle nicchie che ospitano quattro statue di altrettanti santi: Sant’Agostino, San Paolo, San Pietro e San Giovanni.


Una curiosità: i solchi sulla facciata sono il risultato di alcune cannonate sparate nel 1808 dalla flotta inglese.

L’interno della chiesa è misterioso e scenico: pilastri con croci bizantine, un coro di epoca cistercense, archi in stile gotico e volte a crociera.


Il fonte battesimale è affiancato da tre botole dentro le quali furono rinvenuti gli scheletri di due donne!


Il mosaico pavimentale fu realizzato dai Benedettini nel 1045 e in parte rappresenta un’aquila dalle ali aperte.


Opera di pregio è anche il soffitto ligneo, che nel 1755 fu impreziosito da decorazioni barocche.


Che dire, se visitate le Isole Tremiti è fortemente suggerito vedere questo pezzo del passato isolano, e potrete approfondire la conoscenza di questo gioiello qui.

Mentre ecco un nostro articolo per approfondire le meraviglie dell'isola di San Nicola, oltre al fatto che troverai tanti altri articoli nel nostro blog.

5 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page